Sikivu Hutchinson e Aishah Shahidah Simmons Partner per affrontare la violenza sessuale con Gioventù in South Los Angeles

19 Marzo 2014

Originariamente pubblicato in The Wire Femminista

Betty Rosenda Verde, Sikivu Hutchinson, Jamion Allen, e Aishah Shahidah Simmons Photo: Betty Rosenda Verde, Sikivu Hutchinson, Jamion Allen, e Aishah Shahidah Simmons

Il Venerdì, 7 marzo 2014, TFW Associate Editor Aishah Shahidah Simmons ha illustrato l'importanza di nominare? e porre fine alla violenza sessuale con gli studenti circa 50 afro-americani e latinos da Washington Prep High School di? e donne di colore Duke Ellington Perfezionamento della Scuola nella classe Uniti? nel sud di Los Angeles. Day (IWD) presentazione Questa donna internazionale è stata ideata e organizzata da del TFW redattore Sikivu Hutchinson che è un pluripremiato autore , specialista intergruppo senior per la Human Relations Commissione contea di Los Angeles , e fondatore del Women? s Leadership Progetto (WLP) , un programma di mentoring femminista liceo. Mentre l'attenzione di WLP è sulle ragazze, questa presentazione IWD era di genere misto, poiché l'impatto di violenza sessuale tutti direttamente e / o indirettamente.

Durante la sua presentazione, Simmons proiettato un estratto della sua fama internazionale, pluripremiato film NO! Il RapeDocumentary ,? parti comuni del suo incesto e stupro superstite Herstory proprio, e? ha parlato alcuni dei temi trattati nel film. Tra questi: lo stupro come un problema di comunità che rafforza i sistemi di interblocco di oppressione; il ruolo della religione nella violenza contro le donne; gli stereotipi dei media sulle donne nere; e gli uomini neri come alleati profeminst nel movimento anti-violenza sessuale.

Aishah Shahidah Simmons a Washington Prep High School di foto: Aishah Shahidah Simmons a Washington Prep High School di

Nonostante i vincoli di tempo, Hutchinson e Simmons sono stati in grado di perseverare con loro? Visione condivisa per la sessione tarda mattinata, che si è concentrata sulla sensibilizzazione circa la prevalenza della violenza sessuale. Hanno creato uno spazio dove gli studenti possono liberamente chiedere informazioni e discutere di argomenti, che sono spesso visto come tabù e inappropriata in un contesto accademico. Inoltre, gli studenti hanno anche avuto l'opportunità di incontrare e confrontarsi con un regista femminista nera e operatore culturale che usa l'obiettivo della fotocamera e altri mezzi culturali per rompere silenzi assordanti tabù e rendere visibile l'invisibile.

Dal 2006 WLP? È stato sede presso scuole superiori South LA, come Gardena e Washington Prep High School, e Duke Ellington CS. Utilizzando un curriculum umanista con un obiettivo di giustizia sociale, l'obiettivo del programma è quello di responsabilizzare le giovani donne di colore per sviluppare la propria voce, aumentare la loro autostima, relazioni sane favorire, promuovere la coscienza critica circa e attivismo intorno razza, di genere, e uguaglianza LGBT, e prepararsi per il college e la carriera. WLP guida giovani donne attraverso il sostegno pubblico? Progetti di loro scelta, ad aiutare a sviluppare e affinare il loro pensiero critico, la scrittura, organizzazione e capacità di leadership.

Aishah Shahidah Simmons e Jamion Allen foto: Aishah Shahidah Simmons e Jamion Allen

La presentazione è stata sostenuta dal coordinatore del programma Betty Rosenda verde e stagista Jamion Allen, un 2013 laureato di Washington Prep High School. Allen, un allume WLP, è stato descritto in? 19 aprile 2013 "Femministe We Love," del TFW profilo ed è attualmente nel suo primo anno di college. In aggiunta alla sua competenza tecnica, Allen ha svolto un ruolo importante nella co-faciliating, con Hutchinson, il rompighiaccio di apertura, che dissipato alcune delle innumerevoli miti stupro e malintesi.

Darnell L. Moore e Aishah Shahidah Simmons a Madre Quarta annuale Monologhi lingua di Blueprint delle donne di colore

19 Marzo 2014

Originariamente pubblicato in The Wire Femminista

Farah Tanis e Mayowa Alero Obasaju celebrare femministe pionieristici Barbara Smith e la First Lady di New York City Chirlane McCray a Mother Tongue Monologhi 2014 (Photo credit: Aishah Shahidah Simmons) Farah Tanis e Mayowa Alero Obasaju celebrare femministe pionieristici Barbara Smith e la First Lady di New York City Chirlane McCray a Mother Tongue Monologhi 2014 (Photo credit: Aishah Shahidah Simmons)

Il Sabato, 8 febbraio 2014, Blueprint delle donne di colore ha ospitato i loro monologhi Tongue Quarto annuale Madre della Verità Cuscinetto le donne, per le emergenti Sons, e altri Custodi della Fiamma nel Iris e B. Cantor Auditorium al Brooklyn Museum di New York. Premiati di quest'anno sono stati Barbara Smith - veterano femminista nera, Attivista, studioso indipendente, Editore di Kitchen Table: Women of Color Press (le prime donne di colore di proprietà e gestiti editore negli Stati Uniti) e Politico; e Melissa Harris-Perry - Autore, Educatore, Scienziato politico, televisivo e Liberal commentatore politico su MSNBC.

La Femminista Wire s ' Aishah Shahidah Simmons era uno dei quattro co-presidenti onorari e Darnell L. Moore è stato uno dei quattro alleati nero maschi presenti ( Quentin Walcott ,? R. L? Heureux Lewis-McCoy , e Oliver J. Williams ) che ha condiviso il palco con Black femminista teologo-studioso-attivista Rev. Dr. Traci C. West in una tavola rotonda sul lavoro che il nero gli uomini devono fare per affrontare la violenza di genere nelle comunità nere di tutto il mondo.

Darnell L. Moore, First Lady di New York Chirlane McCray, e Aishah Shahidah Simmons a Mother Tongue Monologhi 2014 foto: Darnell L. Moore, First Lady di New York Chirlane McCray, e Aishah Shahidah Simmons a Mother Tongue Monologhi 2014

Di New York First Lady Chirlane McCray è stato uno dei 420 partecipanti a questo raduno multi-generazionale educativo e celebrativo il cui obiettivo era quello di utilizzare percussionisti, attori, poeti, ballerini, testimonianze superstiti, e attivisti nel movimento assalto anti-sessuale di rompere i silenzi devastanti intorno a violenza sessuale e si muovono verso la guarigione e la riconciliazione. La First Lady di New York è una femminista la cui amicizia con Barbara Smith risale agli anni '70 quando erano entrambi membri del Nera femminista Combahee fiume Collective .

Barbara Smith e la First Lady Chirlane McCray sono entrambi pionieri femministe che TFW ama. Siamo ansiosi di loro con in nostri femministe We Love colonna in futuro.

Aishah Shahidah Simmons assegnato Erma Taylor O'Brien Distinguished visiting professor presso Scripps College di

18 mar 2014

Word Film / Video + scritta / parlata = Social Change

Questo articolo è stato originariamente pubblicato qui .

Per più di 20 anni, Aishah Shahidah Simmons ha prodotto, scritto e curato premiati documentari indipendenti con l'intento di innescare il cambiamento sociale significativo, perché io non creo arte per l'arte, dice.

"Il mio obiettivo con il mio lavoro film / video è stato quello di coinvolgere visivamente il pubblico mentre educare loro e incoraggiandoli a lavorare per sradicare il razzismo, il sessismo e l'omofobia, in tutte le loro manifestazioni violente", dice Simmons, che si è aggiudicato la primavera del Scripps College di 2014 Erma Taylor O? Brien Distinguished Visiting Professorship.

Simmons è nel campus nel Femminista, Gender, Sessualità e Studi Dipartimento attraverso 14 marzo Avrà conferenza ospite nelle classi e lavorerà con gli studenti. La sua Ford Foundation-finanziato, pluripremiato film? NO! Il documentario Lo stupro è stato verificato e ampiamente utilizzato negli Stati Uniti ea livello internazionale nel movimento globale per porre fine alla violenza contro donne e bambini.

Credo che ognuno di noi ha il diritto di nascita di vivere in un mondo dove l'oppressione e lo sfruttamento in base a sesso, razza / etnia, origine / cittadinanza nazionale, orientamento sessuale, di classe, e / o la religione è inesistente ,? dice Simmons, che insegna anche in Studi delle Donne e Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender (LGBT) studia programmi a Temple University.

Lei usa pellicola e la parola scritta come i suoi "strumenti primari» per incoraggiare il pubblico di tutto il mondo a riflettere sulle immagini stereotipate nocivi doled da società di media aziendali.

"Ho scelto film / video e la / parola scritta parlato come i miei strumenti principali per rendere il cambiamento sociale progressista radicale e compassionevole irresistibile perché viviamo in un'epoca in cui le persone sono inondati di messaggi, la maggior parte dei quali è direttamente e indirettamente prodotto da un manciata di multinazionali ", dice Simmons, che ha sede a Philadelphia.

Un editore associato della rivista online The Feminist Wire, Simmons ha organizzato due eventi pubblici gratuiti a Scripps. Il primo appuntamento è per il 13 febbraio alle 07:00 in Lettere Auditorium e che toccherà? Mediare Feminisms? Gli Editors Feminist Wire e Scrittori Tavola Rotonda. Il secondo evento sarà il 26 febbraio alle 7 pm nella Vita Nova 100 e comporterà una discussione dell'antologia recentemente rilasciato cara sorella:? Letters From vittime di violenza sessuale, a cura di Lisa Factora-Borchers. Simmons ha scritto prefazione del libro. Un libro firma seguirà la discussione.

Lei parteciperà anche nella primavera 2014 serie di conferenze libera del Humanities Institute Femminismo e la immaginazione radicale. Il 18 febbraio, si parlerà Afrolezfemcentric Perspectives on Verniciatura e Queering la violenza basata sul genere alle 7:30 pm nella Garrison Teatro della Scripps College di Performing Arts Center, 231 E. 10th St. Questa conferenza è aperta al pubblico.

Chiamato in onore di Erma Taylor O'Brien '36, la O'Brien Distinguished Visiting Professorship era dotato con la sua tenuta. La cattedra permette Scripps College a ospitare studiosi ospiti-in-residence le cui competenze nei campi delle arti liberali e belle arricchisce in modo significativo il pensiero accademico.

Celebrando la straordinaria Chi sono relegati ordinaria: A Tribute to Rebecca White Simmons Chapman e Juanita Cranford Robinson Watson

12 maggio 2013

Madre Aishah Shahidah Simmons 'Day Omaggio ai Legati fenomenali dei suoi due Nanas per The Wire Femminista

Nana (Rebecca White Simmons Chapman)
Nana (Rebecca White Simmons Chapman)

Troppo spesso, noi non celebriamo le persone straordinarie che, a causa della loro razza, genere, e / o in piedi socio-economica, hanno vissuto quello che sembrava essere una vita ordinaria. Quest'anno, sto pagando omaggio alla vita e legati mie nonne paterni e materni. Io sto con orgoglio sulle spalle del mio Nanas-Mrs. Rebecca White Simmons Chapman e la signora Juanita Cranford Robinson Watson-le cui vite erano notevoli.

Le mie nonne sono cresciuti in condizioni di estrema povertà a Rock Hill, South Carolina e Memphis, Tennessee. Nana Chapman era il terzo dei quattro figli nati da Jack White, Sr., e Maggie Pagan bianco. Quando ha lasciato la scuola in quarta elementare di sostenere finanziariamente la sua famiglia lavorando come pulizie domestiche case della gente bianca, è stata costretta ad abbandonare il suo sogno di diventare un infermiere. Solo con mezzi finanziari limitati come operaio nazionale nel 1930, si è trasferita da South Carolina a Philadelphia, in Pennsylvania quando aveva 12 anni. Anni formativi di Nana Watson erano anche abbastanza impegnativo. Era il 9 ° figlio di 10 bambini nati da Mattie Garrett Cranford e Henderson Cranford. Era orfano presto, perdendo entrambi i suoi genitori come un bambino molto piccolo. Sia la nonna paterna la signora Francis Macklin, e la zia paterna, la signora Firenze Cranford, lei ei suoi fratelli sollevate. Nana Watson era un ottimo studente che ha completato il 11 ° grado durante la Grande Depressio n . Mai troppo zelante con la loro fede cristiana, Nanas Chapman e Watson erano attivi e membri impegnati nelle loro chiese-Jones Tabernacolo African Methodist Episcopal Church e Pilgrim Rest Missionary Baptist Church, rispettivamente. Nessuna donna ha sottoscritto la credenza in un Dio vendicativo che avrebbe portato la Sua ira su coloro che non hanno seguito (interpretazioni umane di) Sua volontà. Nana Chapman ha sempre insegnato e creduto che "buone azioni sono loro ricompensa."

Durante la seconda guerra mondiale, Nana Chapman ha lavorato presso il Budd Automotive Company, successivamente ha iniziato a lavorare a Sichek Abbigliamento stabilimento di Philadelphia, dove ha rapidamente salito a direttore di scena. Durante la sua permanenza alla Sichek, era un sindacalista attivo e un rappresentante sindacale.

Nello stesso periodo, Nana Watson divenne un pioniere rompendo il razzista violentemente Jim Crow linea di colore, diventando la prima donna afro-americana a scrivere biglietti di lavanderia per Memphis Lavanderia a vapore e Cleaners. Prima di lei, nessuna donna afro-americani hanno lavorato in questa posizione perché ha richiesto la raccolta di denaro da e interagire con i clienti bianchi durante un periodo in cui la segregazione razziale è stata applicata rigorosamente. Questo tipo di lavoro è stato riservato alle donne bianche. Afro-americani, tuttavia, sopportato e resistito questo terrorismo interno americano sanzionato.

Nana Watson valorosamente perseverato nonostante il razzismo che riesco a malapena a immaginare, tanto meno lo stomaco, che ha sopportato dalla maggior parte delle donne bianche clienti che non volevano accettare biglietti per un servizio da una "Colored Woman." Anche se non era sua intenzione, lei era un pioniere che ha aperto in questo campo e ha aperto la strada per le donne afro-americane che la seguivano.

Con il primo presidente afro-americano degli Stati Uniti nel suo secondo mandato, molti probabilmente non vedere Nana Watson lavoro pionieristico come un atto straordinario. Tuttavia, una necessità parlare solo agli anziani superstiti dalla sua generazione e precedenti per conoscere di prima mano circa l'impatto orribile del brutale, leggi statali e locali disumane, razzisti e sessisti Jim Crow. Queste erano le leggi degli Stati Confederati dal 1876 al 1965 Alcune delle molte opere premiate seminali che documentano una pletora di resoconti storici dell'epoca sono: Tera Cacciatore di To 'Joy la mia libertà: nera meridionale vita della donna e le fatiche dopo la Guerra civile , Paula Giddings Ida: Una Spada Tra Lions: Ida B. Wells e la campagna contro Linciaggio , di Barbara Ransby Ella Baker e il Movimento di Liberazione Nero: Un radicale democratico Vision , Danielle Maguire di A Dark End of the Street: Black Women, Lo stupro, e resistenza-Una nuova storia del movimento dei diritti civili da Rosa Parks a Rise of Black Power , Taylor Branch di Parting the Waters: America negli Anni Re: 1954-1963 , le mani sul Aratro Freedom: conti personali di donne in SNCC antologia; Blackside s 'PBS serie televisiva occhi sul premio , e la Duke University di Beyond the Veil: Vita afro-americano nel Sud di Jim Crow . Questi sono alcuni riferimenti accuratamente documentati che sottolineano ciò che Nana e tutti gli afro-americani hanno sperimentato quotidianamente durante Jim Crow regno. Essendo il primo afro-americano in qualsiasi tipo di impiego che era la sua / herstorically riservato alle donne bianche e uomini non era cosa da poco.

E tuttavia, non vi era alcuna fanfara per il lavoro pionieristico di Nana e Nana Watson Chapman soprattutto perché viviamo in una società classista e il lavoro di operai, soprattutto donne di colore operai è non valutati o rispettati. Essi, come tante donne afro-americane della loro generazione, sono stati celebrati sheroes straordinari e molto tranquilla.

Sfidare gli stereotipi razziali e di genere degli anni 1950 e '60, Nana Chapman chiese che tutti gli strati della società, lei e la sua famiglia rispetto. Era impegnata a sostenere gli operatori sanitari afro-americano, avvocati e altri uomini d'affari per tutta la vita. Era particolarmente orgoglioso del fatto che primo medico i suoi due figli 'era una donna afro-americana.

Nel 1962, Nana Chapman è stato diagnosticato un mieloma multiplo ed è stato dato cinque anni per vivere. Lei non è stato scoraggiato dalla prognosi. Con la sua fede in Dio, insieme con l'illimitato sostegno emotivo, psichico e finanziaria del suo secondo marito, Willie L. Chapman, mio ​​nonno, Nana sopravvisse questa diagnosi di 39 anni. In un arco di 30 anni, la malattia l'ha costretta a essere ricoverato in ospedale in media ogni 18 mesi. Lei è stato esposto a una quantità eccessiva di radiazioni, che ha reso le sue ossa troppo fragili per essere esposti alla luce solare prolungata; ed era spesso in dolore lancinante. Nonostante questi grandi impedimenti, Nana ha insistito e ha vissuto una vita normale.

Nel 1970, Nana Watson e il suo secondo marito, il reverendo Granville Watson, stabilito la propria attività di pulizia, che ha fornito servizi di pulizie di qualità per Hobson-Kerns Realty per molti anni. Dopo il suo divorzio, Nana ha continuato a fornire servizi di pulizia per questa e altre aziende per decenni, fino al suo ritiro all'età di 80.

Sia Nanas Chapman e Watson erano grandi lavoratori che hanno tenuto a lungo desideri e le missioni di vita per la conoscenza. Erano avidi lettori con case piene di libri, riviste e giornali. Nessuna donna si definisce in termini di istruzione o lavoro retribuito. Piuttosto, ognuno ha visto la sua qualità di vita determinato da che tipo di sorella, moglie, madre, nonna, amica e lei era di coloro che amava.

Molto prima che avessi mai sentito parlare di ed incontrato il mio maestro, mentore, amico e grande sorella Toni Cade Bambara , Nana Chapman è stato il mio maestro e mentore. Fino a quando avevo 21 anni in questo viaggio chiamato vita, non c'era quasi nulla che non ho potuto condividere con lei. Con l'eccezione di un grande segreto, ho parlato con lei di quasi tutto -religion e la spiritualità, la libertà riproduttiva, la politica, la mia strana la sessualità, l'educazione, e le amicizie con i miei coetanei. La sua casa era la mia seconda casa. Durante le mie pre-adolescenti e adolescenti anni turbolenti, Nana e vorrei parlare al telefono quasi ogni giorno per ore alla volta. Lei era la mia "Nana Banana" e io ero il suo "Apple Pie." Non ho mai sentito come lei non ha avuto tempo per i miei problemi, preoccupazioni, pensieri, idee, e / o paure. Per molti anni è stata letteralmente la mia ancora di salvezza emotiva e psichica. Non ha mai usato la parola "femminista nera" per descrivere se stessa, ma ha giocato un ruolo importante nella avermi insegnato principi femministi nero. Lei sempre ha esplicitamente chiarito che non c'erano limiti a tutti gli obiettivi che una donna ha cercato di raggiungere. Avrebbe sempre mi dicono, "Non c'è cosa come 'non può' torta." Queste conversazioni giocato un ruolo fondamentale nella mia attuale ricerca per scrivere e documentare le lotte degli afro-americano donne e le altre donne di colore. Con un quarto livello di istruzione e un dottorato di ricerca. nella esperienza di vita, lei era la mia consulente intellettuale, il mio confidente fidato, ricercato consulente, e il mio amico.

Aishah & Nana (Juanita Cranford Robinson Watson)
Aishah & Nana (Juanita Cranford Robinson Watson)

Non voglio essere un revisionista e dire che Nana Watson e io eravamo molto vicini perché non eravamo. C'era profondo amore e affetto condiviso tra di noi. Tuttavia, molto purtroppo, con l'eccezione di un anno quando è venuta a vivere con mia madre (Dr. Gwendolyn Zoharah Simmons) e io durante la mia adolescenza, non abbiamo mai vissuto geograficamente vicini tra loro. Nel corso degli anni il nostro rapporto era davvero relegato a telefonate e brevi visite durante le vacanze o durante compleanni. Eppure, ha sempre viaggiato a Philadelphia per partecipare a grandi eventi pietra miliare nella vita di sua figlia e nipote. Mentre lei non pensava che lo stupro era qualcosa da discutere in pubblico o anche privato, Nana fatto diversi contributi finanziari, che hanno sostenuto la realizzazione del mio film NO! Il documentario Rape .

Nana aveva una forza di volontà che non sarebbe stato negato. Quando ha impostato la sua mente su qualcosa, non c'era davvero nulla che si possa fare per cambiarlo. Anche se ha cambiato idea, non era perché qualcuno l'ha costretta a farlo. Mentre la sua salute declinò nel corso degli anni, non era consapevole del fatto che lei potrebbe prendere più pienamente cura di se stessa. Con gli occhi della sua mente, lei era sempre la stessa signora Juanita Watson era sempre stata, solo un po 'più vecchio. Scrivo questo perché è difficile fare i conti con il fatto che qualcuno che ha preso cura di voi ha bisogno di cure. Spesso è difficile affrontare il processo di invecchiamento che fa riflettere. Inoltre, è molto difficile fare questo lavoro quando i nostri invecchiamento cari non credono hanno bisogno di cure.

Entrambe le mie nonne sono morti in astrologia cinese anno del serpente nel 2001 e nel 2013 rispettivamente. Sono commosso che sono morti all'interno di un ciclo di 12 anni. Io non so quale sia la temporizzazione tutti i mezzi. So che stare con entrambi nelle loro morte ha trasformato me tanto quanto sapere loro quando erano fisicamente vivi.

Ero solo con Nana Chapman durante gli ultimi tre giorni della sua vita nel 2001, ha battuto il cancro, ma non la malattia di Alzheimer. Ho strofinato il suo corpo, pettinato i capelli, suonato musica gospel spiritual afro-americani e in rotazione, e ha invitato i suoi antenati ad accoglierla. Lei non era consapevole, eppure, lei era presente. Riconoscendo che la fine della sua forma umana era imminente, ho trovato la mia voce a condividere con lei quello segreto che ho tenuto da lei per oltre 20 anni a causa della fedeltà parlato con i miei genitori e la fedeltà non detto a mio nonno. Sono stato molestato nel corso di un periodo di due anni. Non so cosa assorbito, se non altro, durante la mia divulgazione altamente emotivo. Quello che so è che un cambiamento avvenuto dentro di me, e il mio carico incesto era leggermente più leggero. Non ero con lei quando la transizione da questo regno all'altro. Ho lasciato cinque ore prima del suo ultimo respiro. A quel tempo, non ho avuto una piena comprensione del processo del morire né ho una conoscenza che lei era in partenza. Mi dissi che sarei tornato in ospedale il giorno successivo. Sapendo quello che so adesso, credo fermamente che avevo paura di testimoniare la sua morte. Sapevo che la transizione da qualche parte tra le 04:00-05:00 il 22 dicembre 2001 a causa fui svegliato da una presenza amorevole inspiegabile nella mia camera da letto. Sapevo che era la sua presenza. Lei non era più qui in forma fisica. Quando ho ricevuto la chiamata parecchie ore più tardi, ho detto a mio padre (Michael Simmons), "Lo so. Nana ha trasmesso. "

Ora eccomi qui;

e non ci sono;

e tutto quello che sono;

Liberi di essere ovunque in tutto l'Universo.

~ Toni Cade Bambara , il sale Eaters

L'esperienza di essere così vicino e ancora, manca la transizione mi ha mandato in una ricerca spirituale, che alla fine mi ha portato alla mia pratica di meditazione Vipassana -an ancoraggio prezioso e non negoziabile sul cammino della mia vita.

Solo un mese fa, sono arrivato a Memphis durante le ultime 26 ore della vita di Nana Watson. Durante quelle ore sacre, sono venuto faccia a faccia con il fatto che ho perso così tanto con la mia nonna materna. Allo stesso tempo, ho anche capito che non era il momento di colpa, ma un tempo per sostenere e assistere le fasi finali della sua transizione verso il prossimo regno. Ero al suo fianco in profonda preghiera nella sua religiosa (cristiana) tradizione e in profonda meditazione nella mia tradizione spirituale. A differenza del 2001, quando ero con Nana Chapman, sono venuto preparato per essere completamente presente durante la transizione di Nana Watson. Lei non era più cosciente, ma ho sentito la sua presenza. Ho strofinato e massaggiato il suo corpo e ha invitato i suoi antenati ad accoglierla nella prossima regno. Ho condiviso e riflettuto su molte cose che io non sono la condivisione agio in questo articolo. Ho praticato Mett? meditazione. Ho giocato quello che era forse un flusso continuo di spiritual e gospel afro-americano. Ha fatto il suo passaggio alle 4:00 del mattino del 6 aprile 2013 La canzone che stava giocando intorno al periodo della sua transizione è stata Sweet Honey in the Rock 's "Vieni da qui" - organizzato dal Dr. Bernice Johnson Reagon . Mi sono seduto e mi fermai preghiera e meditabondo in silenzio, con il corpo di Nana Watson pur essendo pienamente consapevole della legge universale di impermanenza .

E ancora, ho sentito le parole di Toni Cade Bambara:

Ora eccomi qui;

e non ci sono;

e tutto quello che sono;

Liberi di essere ovunque in tutto l'Universo.

~ Il sale Eaters

Circa 45 minuti a un'ora dopo il suo passaggio, l'infermiera Hospice, mia madre, e mi bagnavano il corpo di Nana prima che il becchino è arrivato. Era un rituale incredibile. Durante il bagno, ho visto un 89-year vecchia versione del mio corpo. Io sono carne della sua carne e il grembo del suo seno in questa vita.

Sono grato che Nana Watson mi ha affidato il dono profondo per sostenere il suo crossing over e testimoniare le sue ultime ore nella forma fisica. Questo dono ha lasciato un'impronta indelebile su di me. Sto per sempre cambiato.

Nella vita e nella morte, Rebecca White Simmons Chapman e Juanita Cranford Robinson Watson sono direttamente e indirettamente influenzato il mio viaggio chiamato vita. Ho ereditato e ora cammino con le loro nere eredità guerrieri femministe

Chiudo con un estratto di Dr. Delores S. Williams parole senza tempo 'presenti in Dr. Gloria Wade-Gayles 'curato un'antologia La mia anima è un Testimone: African-American Spirituality delle donne :

"... Ogni volta che rifletto sulle fonti della mia spiritualità come una donna nera, penso di amore, lotta, lavoro, auto-vista, la giustizia, e la celebrazione insegnato a me da tante voci nere, la maggior parte dei quali di sesso femminile. Per questo continuo a essere profondamente grato. Per questo io celebro la forza stessa della vita stessa ". [1]

Possano Chapman Nana e Nana Watson essere pacifica, felice e completamente liberato.

Sadhu. Ase. A (wo) uomini. Ameen.


[1] Delores S. Williams '"Fonti di nero Femmina Spiritualità: Le vie della' i vecchi 'e' Women Writers, '" è nella mia anima un Testimone: African-American spiritualità delle donne, ed. Gloria Wade-Gayles, p. 191

Audre Lorde sulla mutevolezza del Dolore

6 maggio 2013

Il dolore è mutevole

#Impermanence #AudreLordeWisdom #UniversalTruth

immagine

Photo credit: Dagmar Shultz

"... Il dolore è importante: come evitarla, come soccombiamo ad esso, come abbiamo a che fare con essa, come ci trascendono. Ho sempre pensato che avevo una soglia molto bassa per il dolore fisico, che non ho potuto prendere e che era che. Io non so come stare ancora con grazia quando mi sono battuto, che era ogni giorno. Sono svenuta negli uffici dei dentisti. E c'era sempre il timore segreto di esso. Recentemente, ho avuto una esperienza fisica che era orribile e terribile e meraviglioso, perché mi ha insegnato sul dolore.

Non molto tempo fa ho aperto la vecchia finestra della mia vecchia casa vittoriana a Staten Island. In qualche modo la catena si ruppe e la finestra cadde e prese la mia mano. Non c'era modo di tirarlo fuori e ognuno era andato per il fine settimana. Ho rotto la finestra e chiesto aiuto, ed avevo sette minuti prima che qualcuno è venuto. Ho le cicatrici per ricordare a me. E 'stato fondamentale, che sette minuti. In essa ho vissuto tutta la storia del dolore dall'inizio alla fine. La genesi del dolore, dove lo metti, come incanalarla e come si finisce esso. La scelta è stata immediata: morire, o sopportare il dolore. E che cosa significa cuscinetto? Significa cambiare o passare attraverso. Non è la morte. E 'un'esperienza incapsulato. Si poteva fermare. Potrebbe essere terminata. Da masticare il mio braccio, per esempio. Ma questo non era possibile per me. Così il dolore si trasforma. L'intensità cambia. Deve interrompere o si deve cambiare. Questa era una conoscenza fisica che non avevo avuto prima, che il dolore ha una mutabilità. Questo è molto, molto importante, e questo è altrettanto vero per il dolore emotivo: si cambia o interrompere. E la cosa peggiore che può accadere è la morte, ma che è una cosa completamente diversa di coinvolgere se stessi in. Ho provato in quel punto che non c'era niente che non potevo fare, niente che non potevo affrontare, perché il dolore sarà sempre o cambiamento o interrompere. Sempre. Ho testato questo, da allora, ed è sempre chiaro ed efficace ... "~ 1976 intervista a Audre Lorde di Nina Inverno descritta in " Conversazioni con Audre Lorde , "(Joan Wylie Hall, direttore), p. 16

Rompere il silenzio sulla violenza sessuale su HBCU Campus

5 Maggio 2013

Aishah Shahidah Simmons e Ramesh Kathandhi (Uomini Fermare violenza) unirsi Lotta di Spelman College a porre fine alla violenza sessuale su HBCU Campsues

I was honored to receive an invitation from Dr. Beverly Guy Sheftall to return to Spelman College on April 25, 2013 to join their fight to address and end sexual violence on Historically Black College and University campuses (HBCU) .

With the news about the recent arrest of four Morehouse College students on sexual assault charges , it is explicitly and undeniable clear that now is the time to continue the very difficult dialogue about eradicating rape and rape culture. Make no mistake, rape and other forms of sexual violence are happening on all college campuses across the country. Tragically, there aren't many “rape free” spaces. In a culturally specific context, however, the horrible combination of racism and misogyny often results in a deafening silence when Black men rape Black women. This is evident on too many HBCU campuses.

immagine
Ramesh Kathandhi and Aishah Shahidah Simmons (photo: Lani Jones)

On the evening of April 25, 2013, we were small in number in Spelman College's Cosby Auditorium. And yet, we had a powerful post- NO! The Rape Documentary discussion about breaking the silence about sexual violence and ending rape culture on our college campuses, in our families, our communities, and society at large. I was very fortunate to co-facilitate the dialogue with Ramesh Kathandhi , who is the internship coordinator at Men Stopping Violence . Drs. Beverly Daniel Tatum (President of Spelman College), Darnita Killian (Vice President of Student Affairs), and Kimberly Ferguson (Dean of Students) were also in attendance and expressed a commitment to tackle this issue head on with the students.

immagine
Aishah Shahidah Simmons (middle) with Drs. Beverly Daniel Tatum, Cynthia Neal Spence, Lani Jones , Beverly Guy-Sheftall, and Darnita Killian

We will continue and broaden this dialogue at Spelman College in the fall 2013 and in the spring 2014. Stay tuned for details when they become available.

Infinite gratitude to Drs. Beverly Guy-Sheftall, Cynthia Neal Spence (Associate Professor of Sociology and Trustee of the Board), and Spelman College's Women's Research and Resource Center (WRRC) for their tireless and relentless work to not allow the vicious rape epidemic go unnoticed, unchecked, and/or unaddressed. Founded in 1981 by Dr. Guy-Sheftall, the WRRC has been long-term supporter of NO! The Rape Documentary from conception (1994) to completion (2006) and distribution (present day).

The Feminist Wire concludes its 10-day Forum on Race, Racism, and Anti-Racism Within Feminism

May 5, 2013

Radical Love, Race, and Feminist Futures

On May 1, 2013, Brooke Elise Axtell with Monica J. Casper, Heather Laine Talley, and Aishah Shahidah Simmons concluded The Feminist Wire 's (TFW) 10-day Forum on Race, Racism, and Anti Racism Within Feminism with their Radical Love, Race, and Feminism article.

…We are called to be fiercely honest, compassionate, and gracious in our discourse. Radical love can hold our rage, our sadness, and our grief over the ways we have failed each other, and may continue to fail each other. Without love, we remain fractured beyond measure.

In chiusura, vogliamo offrire una apertura; cioè, il nostro Forum è stato tanto di forgiare il dialogo come è stato di cercare di individuare le esperienze vissute. Negli ultimi dieci giorni, questa raccolta di saggi, arte visiva, poesia, saggistica creativa, e le note d'amore ha funzionato come un invito a pensare in modo critico e di agire eticamente, per riconoscere le nostre sedi strutturali, e di innovare nuovi modi di vivere come alleati e la pratica della comunità.

Come parte del nostro impegno a continuare questo dialogo sulla razza, il razzismo e antirazzismo nel femminismi, continueremo a pubblicare opere che impegnano le nostre preoccupazioni più profonde come collettivo. Vi invitiamo a condividere le vostre idee con noi, come noi esplorare più di questo terreno fertile e volatile ...

Dipinto da Mequitta Ahuja
Dipinto da Mequitta Ahuja

Radical Amore, Gara, e femminista Futures include link ad ogni singolo articolo, l'amore nota, poesia, interviste, e opere d'arte visiva che è stato descritto nel Forum. Se vi siete persi alcuni dei pezzi presenti o volete farvi riferimento in futuro, potete farlo cliccando qui .

Co-fondatore del TFW e caporedattore Tamura A. Lomax ha detto, "[il Forum] è stato il discorso critico più diverse su questo tema / vita fino ad oggi." Lei continua: "E sì, io sono molto contento che sia successo a TFW. Il problema (s) re: gara entro (e senza) il femminismo non è bianco e nero, né è semplicemente grigio. In realtà è abbastanza colorato. E se abbiamo imparato niente altro la scorsa settimana e mezzo, sappiamo che c'è ancora un sacco di lavoro da fare. E, tutti noi abbiamo del lavoro da fare. "

Editor di piombo del Forum Heidi Renée Lewis, di concerto con il team di co-editori (Aimee Meredith Cox, Heather Laine Talley, Alexis Pauline Gumbs, Hakima Abbas, Tamura A. Lomax, Monica Casper, Omar Ricks, Shubra Sharma, e Aishah Shahidah Simmons), con compassione e amore hanno lavorato insieme virtualmente attraverso più fusi orari negli Stati Uniti ea livello internazionale in Africa e in Asia meridionale, spesso contemporaneamente sulla strada, l'insegnamento, le conferenze, materne, partnership, conferenze, e si occupano di Life Unexpected alterando personale, familiare , e crisi vita professionale. Proprio quando molti volevano gettare la spugna e rinunciare alla conclusione diversa da dire, "Questo è tutto gente! Fate attenzione, "Brooke Elise Axtell, raccolse la palla e ha aiutato tutti portarlo a tagliare il traguardo.

Il potere della compassione, amorevole e disinteressato Collettivo TFW non può mai essere negato.

Empowering sopravvissuti: NO! Il documentario Rape proiettato in Portland State University

24 aprile 2013

Empowering vittime di stupro afro-americano a Portland State University

Centro delle Donne di risorse, le donne di colore Action Team, e il Centro Multiculturale alla Portland State University ha ospitato la proiezione e la discussione di NO! Il documentario Rape il Martedì, 23 aprile 2013 Tonya L. Jones, uno degli organizzatori della manifestazione ha riferito che la proiezione e la discussione ha avuto un "presenze decente e hanno ricevuto recensioni positive sulle valutazioni."

Il 18 aprile 2013, il Portland State Vanguard ha pubblicato "Survivors Empowering: Documentario N [O]! Schermi a Multicultural Center di Megan Fresh, "un articolo su la visione per la proiezione e la discussione. Di seguito è riportato un estratto:

Obiettivo [Tonya L.] Jones 'per il programma è "che gli studenti a piedi riflettere e pensare a come possono essere un alleato per rendere tutte le nostre comunità più sicure per le donne di colore per tutti periodo le donne", ha detto. "Inoltre, si spera che a piedi rispettando le voci e le esperienze delle donne di colore ...

Jones ha descritto l'intersezione di violenza sessuale e delle comunità afro-americane, che fornisce il contesto per l'evento.

Immagini di donne di colore sono spesso distorti, e ci sono fatti in caricature, "ha detto. "I nostri corpi e la nostra sessualità tendono ad essere degradata in media mainstream. Gli stereotipi impediscono a molte persone di vederci come esseri umani completi. A causa di questo, molte persone non prendono sul serio le nostre esperienze.

"Colpisce come le persone rispondono a noi quando si tratta di violenza sessuale / violenza, dentro e fuori [della] la comunità nera", ha detto Jones. "Speriamo che gli studenti dovranno pensare a questo e quanto è importante per tutti noi per rifiutare e resistere rappresentazioni negative della femminilità nera ...

Potete leggere l'articolo nella sua interezza cliccando qui: bit.ly/11Dxx3o

Sarah-Jane Stratford inversi con Aishah Shahidah Simmons su Ending cultura dello stupro

24 aprile 2013

Sarah-Jane Stratford e Aishah Shahidah Simmons Parlate NO !, Sexual Assault, e Ending Cultura della violenza a cambiamento di paradigma di New York

24 aprile 2013 ~ giornalista femminista Sarah-Jane Stratford recentemente intervistato documentarista femminista Aishah Shahidah Simmons sul suo pluripremiato film NO! Il documentario di ravizzone, stupro e altre forme di violenza sessuale; e termina cultura dello stupro per Paradigm shift New York una comunità online femminista il cui motto è "Uso la parola F. Cambia NYC. Cambiare il mondo. "

... Alla domanda su cosa pensa è alla radice di ciò che viene chiamato l'attuale "cultura dello stupro", dice la signora Simmons stupro rimane un'arma di patriarcato, un tentativo di "mettere le donne al loro posto. There is a feeling that the traditional male power structure is slipping away and the immediate response to any perceived uprising is always to squash it. There is also still an idea that it's acceptable to denigrate women, reducing them to receptacles rather than people, an idea unfortunately perpetuated in the culture and media. The difference between now and a few decades ago is that women are increasingly not silent about the violence perpetuated against them – be it sexual assault or a battering by a partner…

One issue NO! explores that gets very little traction in the wider discussion of rape is that rape is also a weapon of homophobia. “There is an attitude expressed by some men that says, 'I'm gonna rape her straight,'” says Ms. Simmons. One survivor in the film, Queen, talks about the threat of her assault and how it came from an attitude of “rape isn't rape if it's to teach black lesbians a lesson.” This is especially the case if a woman is masculine identified. “When it comes to lesbians,” says Ms. Simmons, “the insistence that she is put in her place is particularly strong. She has to be shown that she is not a man. She is not a peer. She is a woman and thus a receptacle for whatever a man wants from her…

You may read the article in its entirety by clicking on this link: http://bit.ly/11k2pEu

Aishah Shahidah Simmons partners with Spelman College in their HBCU Fight to end Sexual Violence against Women

24 aprile 2013

Aishah Shahidah Simmons partners with Spelman College's Women's Research and Resource Center's HBCU Fight to end Sexual Violence against Women

On Thursday, April 25, 2013 , Aishah Shahidah Simmons will return to Spelman College's campus to present NO! The Rape Documentary and participate in a conversation with representatives from Men Stopping Violence ; and Spelman and Morehouse college students focused on addressing and ending sexual assault and violence against women on college campuses. This event, which will be held at 7:00pm in the Cosby Auditorium on the college's campus, is a part of a series of events happening on at least 10 Historically Black Colleges and Universities. It is free and open to the public. The screening and discussion is hosted by the Spelman College's Women's Research and Resource Center (WRRC), which was founded by Black feminist scholar and activist Dr. Beverly Guy-Sheftall in 1981. The WRRC has been long-term supporter of NO! from conception to completion and distribution.

For more information, please click on this link: http://bit.ly/117WTEU

Pagina successiva »